Per Prevenire le Pandemie

Le pandemie sono la sconvolgente ma inevitabile conseguenza delle scarse condizioni di igiene, cross-contaminazione e limitato benessere animale implicite nei sistemi che sfruttano gli animali a scopo alimentare. I virus emergono nei mercati di animali vivi e nella sporcizia e nello squallore degli allevamenti intensivi e continuano a diffondersi dagli animali alle persone in tutto il mondo.

Negli ultimi cento anni, le pandemie influenzali si sono diffuse in tutto il mondo, uccidendo fino a 100 milioni di persone, con i tre quarti delle malattie infettive emergenti derivanti dal nostro sfruttamento degli animali per carne, latte, uova e pelli. 

Anziché riconoscere la natura letale del sistema alimentare che abbiamo creato e imparare la lezione dalle innumerevoli pandemie del passato, abbiamo rincarato la dose. Abbiamo allevato, selezionato, catturato e macellato animali in quantità inimmaginabili e oggi, in tutto il mondo, miliardi di animali sono ammassati all’interno di sudici allevamenti intensivi. Deboli e malati, vivono in condizioni atroci, incubatrice perfetta per ogni tipo di malattie.

I virologi predicono da tempo che la prossima pandemia scaturirà dagli allevamenti di polli o maiali, con i virus influenzali dell’aviaria e della suina già in circolazione, pronti a mutare.

I TRE QUARTI DELLE MALATTIE INFETTIVE EMERGENTI HANNO ORIGINE DAGLI ANIMALI

Fonte: Centers for Disease Control and Prevention

RENDIAMO TROPPO SEMPLICE LA VITA AI VIRUS

Come se non stessimo già rendendo la vita semplice ai virus, offrendo loro perfette piastre petri a forma di allevamento intensivo, diamo loro una seconda possibilità di trasmettersi alle persone quando tagliamo a zero gli ambienti naturali del mondo per coltivare mangimi destinati agli animali che alleviamo. Lo facciamo perché la zootecnia richiede molti più terreni dell’agricoltura vegetale, e questo va a discapito della natura. 

Gli allevamenti sono la causa principale della deforestazione e della perdita di habitat nel mondo. Nella sola America Latina, sono responsabile della distruzione di 2,71 milioni di ettari di foresta tropicale ogni anno. Quando tagliamo le foreste, distruggiamo gli habitat delle specie selvatiche, liberando i patogeni mortali che esse possono incubare e permettendo loro di entrare in contatto con le persone. 

PREVENZIONE E CURA

Adottare un’alimentazione vegetale non può solo aiutare a prevenire future pandemie, ma sembra anche che un’alimentazione plant-based ci aiuti come individui se ci ammaliamo. Alcune ricerche suggeriscono che quanti seguono un’alimentazione vegetale hanno meno probabilità di sviluppare la forma grave di Covid-19 rispetto a quanti non la seguono.

Pront* a scegliere vegan?

Go Vegan

Gia Vegan?

Fai la differenza