Alimentazione Vegetale e Rispetto della Nostra Cultura

Il cibo è più di semplice sussistenza. Ci lega alle nostre famiglie, alle nostre comunità e alle nostre culture. Può ricordarci la nostra infanzia, è spesso al centro delle nostre celebrazioni e ci connette alle nostre radici, anche quando ci siamo allontanati molto dalla loro patria.

È strettamente legato al nostro senso d’appartenenza, nonché una componente essenziale di molti dei nostri ricordi più importanti. È parte della nostra storia e di come la raccontiamo. 

Per tutte queste ragioni comprendiamo bene quanto pensare di passare ad una alimentazione vegetale possa dare la sensazione di perdere molto di più del semplice sapore di carne, uova o latticini. Eppure, per molte persone, forse quasi tutte, è possibile passare ad un’alimentazione vegetale pur continuando a rispettare e a rimanere connessɜ con la propria cultura. 

Paulo Aillapán, artista & chef. Indio Mapuche, Wallmapu (Foto: Thomas Bedwin)
Onna da Na Tlali, che custodisce tecniche di cucina risalenti al Messico pre-coloniale

Per farlo, dobbiamo trovare il modo di tenerci stretti quegli elementi culturali che davvero contano per noi, operando degli adattamenti in linea con i nostri principi. In termini pratici, significa mantenere gli stessi piatti, feste e tradizioni, pur trovando il modo di trasformare queste ricette in chiave vegetale. Per alcune culture questo è sicuramente più semplice rispetto ad altre, ma con la crescente disponibilità di alimenti vegetali di qualità e con l’innovazione nelle tecniche di cottura, potresti sorprenderti nello scoprire di poter replicare i piatti ai quali sei maggiormente affezionatə. 

E comunque, quando ci soffermiamo ad esaminare quelle tradizioni cui siamo tanto legatɜ, possiamo vedere che sebbene il pasto sia spesso al centro di esse, il cibo di per sé è soltanto una piccola componente. Tanto quando sedersi insieme per mangiare, accendere le candele, scambiarsi i doni, ascoltare musica, raccontare storie, o fare tutte le altre cose che contano e rendono liete queste occasioni. Nulla di tutto questo deve cambiare.

L’alimentazione vegetale non è nuova, né è appannaggio di una singola cultura. Le sue radici sono antiche e globali.

Il regime alimentare dei nostri antenati e delle nostre antenate potrebbe non essere stato vegetale come lo intendiamo oggi, ma in molti casi sarebbe comunque stato prevalentemente plant-based. Ciò che mangiamo oggi è stato tramandato da loro alle nostre famiglie e comunità, attraverso ciò che era stagionale, disponibile e accessibile, ed è dipeso da dove abitavano, dalle influenze che hanno subito e dai gusti individuali. Ogni generazione ha adattato ciò che ha imparato per rispondere a nuove circostanze e l’ha trasmesso oltre. In questo modo, le tradizioni cambiano eppure rimangono uguali. E nel momento in cui passiamo ad una alimentazione vegetale, ecco che possiamo fare la nostra parte in questo legame ancestrale. Possiamo prendere la ricetta della nostra nonna, adattarla perché sia in linea con i nostri principi e alle nostre preferenze, e trasmetterla a nostra volta.

Pront* a scegliere vegan?

Go Vegan

Gia Vegan?

Fai la differenza